Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Zettel. Filosofia in movimento. Morte

Questa puntata di Zettel è dedicata a uno dei temi topici dell'immaginario occidentale: la morte. Maurizio Ferraris, attraverso Montaigne, collega il pensiero della morte al pensiero filosofico. Secondo Montaigne la meditazione sulla morte attraverso la filosofia è propedeutica al raggiungimento della libertà. Essere filosofi significa imparare a morire e imparare a morire significa imparare a essere liberi. La fonte più recente di Derrida confessa, nel 2004, poco prima della sua morte :"Filosofeggiare è imparare a morire. Ma posso dire che non ho ancora imparato a morire". Il tema viene affrontato attraverso gli atteggiamenti di difesa tipici dell'uomo nei confronti della morte come quello di chi è ossessivamente condizionato dal pensiero della morte o di chi invece la rimuove continuamente dal proprio quotidiano. Il rapporto della morte con la nascita e con la vita mette in luce le relazioni di questa complessa categoria del pensiero filosofico, o meglio della nostra esistenza, con il senso della vita stessa.   

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo