Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Totalitarismo, origine e storia.

Nel filmato, tratto dall’Enciclopedia multimediale delle scienze filosofiche, Domenico Losurdo, professore di Filosofia della Storia all’Università di Urbino, ripercorre in un’intervista la storia del concetto di totalitarismo.
Nonostante oggi questa categoria sia utilizzata per denunciare indifferentemente nazismo e comunismo, e abbia una connotazione semantica decisamente negativa, il docente ci ricorda che ancora nel 1930 Pio XI parlava di totalitarismo rivendicandone, in polemica e in concorrenza con il fascismo, la legittimità e l’esclusiva.
È solo durante e, soprattutto, dopo la Seconda Guerra Mondiale, che il termine serve ad assimilare i regimi nazisti e comunisti in antitesi ai governi democratici e liberali. Tuttavia una trasfigurazione apologetica della tradizione liberale sembra aver occultato quei segni che tradiscono la presenza di tentazioni totalitarie.
Le case di lavoro o di correzione in cui erano rinchiusi i cosiddetti vagabondi, spesso in realtà disoccupati, l’istituto della schiavitù, e lo stesso esercito, con i connessi concetti di disciplina e di potere assoluto di vita e di morte, sono alcuni degli elementi di totalitarismo disseminati lungo la storia dell’Europa liberale. Elementi che sono stati in parte teorizzati e legittimati anche da un padre del liberalismo politico come John Locke.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo