Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Rovelli: il tempo non esiste?

In questa intervista il fisico teorico Carlo Rovelli spiega come la nozione comune del tempo non corrisponda ai risultati della fisica degli ultimi cento anni: non c'è nessun grande orologio che batta il tempo dell'universo ovunque nella stessa maniera, ma dipende dal luogo e dalla velocità. All'interno della fisica fondamentale contemporanea rimane insoluto il problema di mettere d'accordo la relatività di Einstein con la meccanica quantistica. Secondo Rovelli un'idea credibile è che per comprendere a fondo l'universo si può fare a meno della nozione di tempo. Forse il tempo corrisponde al nostro modo di vedere le cose ma non fa parte della struttura fondamentale dell'universo. Se è vero che possiamo scrivere equazioni fondamentali senza mettervi il tempo, dobbiamo allora capire da dove venga la nostra percezione del tempo. L'immagine che emerge oggi nel mondo fisico è quella di una danza indipendente e anarchica delle cose una rispetto all'altra, senza un tempo “oggettivo”, “assoluto”. Il nostro tempo percepito non è altro che un'approssimazione delle tante variabili che succedono a livello microscopico. E quali sono, allora, le implicazioni filosofiche?

 


Carlo Rovelli su Wikipedia: it.wikipedia.org/wiki/Carlo_Rovelli
"Che cos'è il tempo?" libro di Carlo Rovelli: www.giornaledifilosofia.net/public/scheda_rec.php?id=52
Home page di Carlo Rovelli: www.cpt.univ-mrs.fr/~rovelli
 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo