Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Pietro Montani: l`estetica contemporanea

Pietro Montani, professore di Estetica presso l’Università di Roma "La Sapienza", intervistato al Festival della Filosofia di Modena 2017 “Le forme del creare”, parla dell'estetica contemporanea.
L’ultima grande estetica teorica è stata quella di Theodor Adorno, pubblicata nel 1970, poco dopo la morte del suo autore e che fa i conti con un’industria culturale, che, in quanto meccanismo di riproduzione dell’esistente, l’arte deve combattere.
Il limite più evidente di questa estetica, sicuramente troppo selettiva, è la scarsa attenzione nei confronti delle opportunità che stavano nascendo in quegli anni con le nuove tecnologie.
Oggi noi possiamo identificare l’opera davvero importante, afferma Montani, quanto più quest’opera si allontana dalla chiusura della dimensione puramente contemplativa e si apre alla prassi, avvalendosi delle nuove tecnologie, le quali da una parte interagiscono con il mondo reale e dal’altra ci mettono in condizione di essere tutti potenziali utenti produttivi, aprendo grandissimi spazi alla creatività tecno-estetica, che è il nostro futuro.

 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo