Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Francoforte e l`euro

La storia di Francoforte ha come fulcro il raggiungimento di una economia solida e di una politica monetaria stabile. I simboli del suo splendore finanziario sono la Banca Centrale tedesca e la Banca Centrale europea.
È all’inizio dell’era moderna che la città si afferma come il maggiore centro finanziario dell’Europa continentale, ma le radici di questo primato vanno ricercate nella politica di Carlo Magno. L’unità didattica ricostruisce le tappe salienti di una parabola evolutiva che muove quindi dal Sacro Romano Impero e, passando per le importanti fiere del Medioevo, per il ruolo pionieristico svolto dagli ebrei con le prime transazioni finanziarie e per il contributo apportato, più tardi, dalle ricche famiglie bancarie, come i Metzler, giunge alla storia del Novecento. Quest’ultima vede la progressiva rinascita sociale e finanziaria che, grazie al Piano Marshall, fa seguito alla distruzione postbellica e porta, negli anni Settanta, al consolidamento definitivo della sua reputazione di capitale finanziaria. A tale reputazione concorrono in misura preponderante la stabilità della Banca Centrale e del marco tedesco, il quale diventa ufficiosamente la moneta più importante d’Europa.
Negli anni Novanta, conseguentemente al boom della Borsa ed alla successiva nascita dell’euro (1999), il nome della città tedesca si lega ad un carismatico “stile internazionale”, riconosciuto ed apprezzato ancora ai giorni nostri.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo