Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Aristotele teoretico: la metafisica

Nel filmato, tratto dall’Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche, Andreas Kamp, professore di teoria politica all`Università di Colonia, fornisce la propria interpretazione del termine metafisica, sotto il quale sono stati riuniti quattordici libri scritti da Aristotele (Stagira, 384 – Calcide, 322 a.C.). Il filosofo greco non ha mai scritto un libro intitolato Metafisica, e tale nome, successivamente attribuito, può essere interpretato in due modi; da una parte, come ciò che va oltre la fisica, in senso assiologico o gerarchico, e dall`altra semplicemente come ciò che dal punto di vista della semplice collocazione dei libri viene dopo la fisica. Secondo il docente, la prima interpretazione è da privilegiare, poiché Aristotele inserisce la teologia in una gerarchia delle scienze teoretiche, come la scienza prima, superiore alla fisica ed alla matematica, che tratta anche gli assiomi più universali, alla base di tutti gli altri campi di ricerca.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo