Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Aristotele teoretico: Dio

Andreas Kamp, professore di teoria politica all`Università di Colonia, analizza il concetto di Dio in Aristotele (Stagira, 384 a.C. - 322 a.C.) a partire da come esso viene introdotto dallo Stagirita nella Fisica, ossia come "motore immobile", causa del movimento. Al di fuori del riferimento al mondo fisico, in ambito più propriamente teologico, nel libro XII della Metafisica, Dio è concepito come noesis noeseos, attività noetica che riflette su se stessa, o come l`essere che conduce la vita migliore. Dal punto di vista della teoria della sostanza (ousia), si deve dire che Dio è ousia in senso stretto, o ousia prima, in contrapposizione alle sostanze seconde.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo